Vai al contenuto

I GIALLOBLU’ DI CADICE

Gagliardetto ricamato in uso negli anni '30
Gagliardetto ricamato in uso negli anni ’30
Cadice, Andalusia.

Si narra che questa città, fondata dai fenici, sia una delle più antiche tra i centri abitati del Vecchio Continente. Oggi la sua bellezza rimane inalterata tra le sue spiagge, le vestigia del teatro romano e la famosa cattedrale di Santa Croce sul mare.

Qui il calcio mosse i suoi primi passi agli inizi del ventesimo secolo, esattamente nel 1915, con l’Espanol Cadiz Football Club, squadra che si contraddistingueva per via delle casacche azzurro – granata.

Il primato cittadino calcistico fu però soppiantato, negli anni trenta, da una nuova squadra il SCD Mirandilla FC la cui testimonianza arriva attraverso il gagliardetto di cui si parla oggi.

Un esemplare estremamente raro poiché legato ad una società attiva per poche stagioni, davvero scarno nei dettagli e privo di qualsiasi simbolo e decorazione che rendevano, generalmente, i gagliardetti spagnoli di quel periodo davvero affascinanti.

Esso riporta il giallo e l’azzurro colori scelti non a caso da questa compagine, oltre al ricamo dell’acronimo SCD presente nella denominazione (Sociedad Cultural y Deportiva Mirandilla FC per esteso).

La leggenda narra che la squadra, unita nel 1924 con l’Espanol Cadice Football Club e con denominazione SCD Mirandilla FC dal 1931, sia nata in seno al Collegio di San Michele Arcangelo ovvero Collegio Mirandilla, istituto religioso che utilizzava il giallo

e l’azzurro tonalità dei devoti a San Giovanni Battista de La Salle. Colori che rappresentavano la terra (il giallo) ed il cielo (l’azzurro) e che accostati componevano l’appellativo di giallo – azzurri ovvero “azulicrema”, secondo l’accezione attribuita alla squadra dalla stampa spagnola.

Un’immagine del Mirandilla FC risalente al 1932 (fonte https://elfutbolymasalla.com)
Un’immagine del Mirandilla FC risalente al 1932 (fonte https://elfutbolymasalla.com)

Nel 1936 questo club, che vanta nella sua storia solamente isolate apparizioni nella Seconda Divisione spagnola, cessa di esistere per poi “rinascere”, almeno nel ricordo della denominazione, lo scorso 16 giugno 2022, come Cadice CF Mirandilla, la squadra “B” del Cadice CF che dalla scorsa stagione milita nella massima divisione spagnola.

Altra curiosità relativa al Mirandilla è l’intitolazione dello stadio di Cadice un tempo associato a Ramon de Carranza, sindaco della città nel periodo franchista. Infatti, dal 21 giugno 2021, a seguito di un’iniziativa voluta da politici locali, lo stadio del Cadice CF onora il ricordo del Mirandilla con la denominazione “Nuovo Mirandilla”.

Veduta aerea dello stadio “Nuovo Mirandilla”
Veduta aerea dello stadio “Nuovo Mirandilla”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.