SCAFATESE 8 GENNAIO 1964…”…FUMMO PROFETI…”

English text
English text
scafatese calcio
scafatese calcio

Un pomeriggio comune di un mercoledì post festività natalizie. Il Bologna è reduce dalla vittoria in campionato contro il Messina e si accinge ad affrontare, la domenica seguente, la Lazio. Per preparare l’importante incontro i rossoblù sono di scena a Scafati contro la formazione locale che vanta nel suo passato un passaggio in serie B alla fine degli anni quaranta e che negli anni sessanta militava stabilmente nella serie D. “I canarini” il loro soprannome e come il simpatico volatile anche le maglie della Scafatese sono in giallo. Così come il gagliardetto di quella partita su cui compaiono le lettere a comporre la frase “A ricordo Bologna Scafatese 8-1-964”.

Le cronache dell’epoca oltre a riportare la vittoria del Bologna per 3-0, rimarcano il “dilemma” Pascutti” causato dalle precarie condizioni fisiche del giocatore, ed esaltano il duo Haller – Bulgarelli protagonista nella prima metà dell’incontro di giocate che incantarono il pubblico presente alle prese con il vento gelido e tagliente che sferzava Scafati quel giorno.

Corriere dello Sport, 9 gennaio 1964
Corriere dello Sport, 9 gennaio 1964

Dopo l’amichevole il Bologna fu ricevuto al comune ed in quella circostanza, quale buon augurio, l’amministrazione e la dirigenza della Scafatese auspicarono ai ragazzi di Bernardini la vittoria dello scudetto che arrivò dopo lo spareggio di Roma contro l’Inter. Di quel voto augurale la Scafatese tenne memoria nel telegramma di congratulazioni che venne inviato al Bologna pochi giorni dopo la vittoria contro l’Inter.

“…Fummo profeti…” così riportava una parte del testo del messaggio.

Il telegramma inviato dalla Scafatese al Bologna
Il telegramma inviato dalla Scafatese al Bologna

Una piccola storia di un calcio “romantico” che non smetteremo mai di apprezzare.

SCAFATESE 8 JANUARY 1964 … “WE WERE PROPHETS …”

A common Wednesday afternoon after Christmas holidays. Bologna is fresh from the championship victory against Messina and is about to face Lazio on the following Sunday. To prepare for the important match, the red and blue are on stage in Scafati against the local team that boasts a passage to Serie B in the late forties and that in the sixties played permanently in Serie D. “The canaries” their nickname and like the nice bird also the Scafatese shirts are in yellow. As well as the pennant of that game on which the letters appearing to compose the phrase “In memory of Bologna Scafatese 8-1-964”.

The chronicles of the time, in addition to reporting the Bologna 3-0 victory, underline the “Pascutti trouble “caused by the player’s precarious physical condition, and exalt the duet Haller – Bulgarelli protagonist in the first half of the match of games that enchanted the spectators grappling with the cold and cutting wind that lashed Scafati that day.

After the friendly, Bologna was received by the municipality and on that occasion, as a good omen, the administration and management of Scafatese wished Bernardini’s boys to win the championship that came after the playoff in Rome against Inter. Scafatese remembered that auspicious vote in the congratulatory telegram that was sent to Bologna a few days after the victory against Inter.

“… We were prophets…” so was part of the text of the message.

A little story of a “romantic” football that we will never stop appreciating.

Collection Selection:

Permalink link a questo articolo: https://www.pennantsmuseum.com/scafatese-8-gennaio-1964fummo-profeti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.