PORTO F.C.

clicks for English Version
English text

no images were found

Iniziamo da questa settimana una serie di articoli che avranno il fine di dettagliare le particolarità di uno dei due nuovi ingressi (newcomers) settimanali al museo virtuale pennantsmuseum.

Oggi è la volta del gagliardetto consegnato al capitano della Juventus Buffon prima dell’incontro di andata degli ottavi di Champions League giocato nel febbraio del 2017. Un gagliardetto davvero originale con molte iscrizioni e dettagli sia stampati che ricamati.

Il Porto schierato prima dell’incontro con la Juve (Photo by Carlos Rodrigues/Getty Images)
Il Porto schierato prima dell’incontro con la Juve (Photo by Carlos Rodrigues/Getty Images)

Il Porto è una delle squadre europee più attente alla realizzazione dei suoi gagliardetti. Basti pensare che nell’ultimo decennio ne avrà utilizzate almeno sei versioni del tutto differenti tra loro, sinonimo evidente di una ricercatezza e cura dei dettagli dei propri simboli. In quello in questione è riportato lo storico stemma araldico della squadra, mentre nelle versioni più recenti tale emblema è sostituito dal simbolo di un drago stilizzato. Il drago ovvero i draghi (dragoes) è anche il soprannome della squadra ed anche lo splendido stadio dei portoghesi, Estàdio do Dragao (Stadio del Drago) ricorda tale simbolo.

Lo stemma attuale del Porto F.C.
Lo stemma attuale del Porto F.C.

Il drago è un simbolo non casuale del Porto F. C.. Esso infatti è sinonimo di tenacia e combattività, non per nulla la città di Porto vanta, tra gli altri, l’appellativo di “Invicta” (mai battuta) e inoltre il drago era anche presente nell’antico stemma araldico cittadino in uso fino al 1935. In ultimo occorre anche ricordare che la viverna, rettile alato assimilabile a un drago, che a suo tempo ornava i lati dello stemma del Portogallo. Un simbolo quindi anche per ricordare la Nazione in qualche modo.

Lo stemma in uso risale al 1992 quando un calciatore della squadra (Augusto Baptista Ferreira, conosciuto con il soprannome di Simplicio) lo creò fondendo l’originale stemma (un pallone di cuoio) con lo stemma della città.

PORTO F.C.

From this week we start a series of articles that will have the purpose of detailing the particularities of one of the two new weekly entries to pennantsmuseum.

Today is the turn of the pennant given to Juventus captain Buffon before the first leg of the Champions League round of 16 played in February 2017. A truly original pennant with many inscriptions and both printed and embroidered details. Porto F.C. is one of the most attentive European teams to the realization of its pennants. In fact, in the last decade they used at least six completely different versions, an evident synonym of a refinement and attention to detail in its symbols. In the one in question the historic heraldic emblem of the team is shown, while in the most recent versions this emblem is replaced by the symbol of a stylized dragon. The dragon or dragons (dragoes) is also the nickname of the team and also the splendid stadium of the Portuguese, Estàdio do Dragao recalls this symbol. The dragon is a non-accidental symbol of Porto FC. It is in fact synonymous with tenacity and combativeness, not for nothing the city of Porto boasts, among others, the nickname of “Invicta” (never beaten) and also the dragon was also present in the ancient city heraldic coat of arms in use until 1935. Finally, it should also be remembered that the wyvern, a winged reptile similar to a dragon, which at the time adorned the sides of the Portuguese coat of arms. A symbol therefore also to remind the nation in some way. The emblem in use dates back to 1992 when a football player of the team (Augusto Baptista Ferreira, known by the nickname of Simplicio) created it by merging the original emblem (a leather ball) with the emblem of the city.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.